INTERVENTO D’EQUIPE PER L’OBESITA’ IN ETA’ EVOLUTIVA

Il soprappeso e l’obesità, fenomeni in rapido aumento nella nostra società, rappresentano uno dei fattori di rischio maggiori per lo sviluppo di malattie croniche e di gravi disabilità (dolori cronici a carico dell’apparato muscolo scheletrico, diabete di tipo 2, ipertensione, etc.)

Seguire una dieta non basta.

Per contrastare il più o meno rapido abbandono del regime alimentare, con le pesanti ripercussioni che questo porta a livello sia fisico che emotivo, proponiamo un intervento multidisciplinare, in collaborazione con il pediatra di famiglia, per ottenere una perdita di peso e l’acquisizione di un corretto stile di vita stabili e duraturi.

 

E’ opportuno coinvolgere non solamente il paziente ma l'intera famiglia e tutti quelli che si prendono cura del bambino/ragazzo, allo scopo di promuovere cambiamenti essenziali per un successo che duri nel tempo, attraverso l’interiorizzazione degli obiettivi di una corretta educazione alimentare.

Le figure che entrano in gioco sono tre, dietista, psicologo e educatore, che effettueranno un intervento di tipo diagnostico/anamnestico come prima battuta e si coadiuveranno nel monitoraggio e nel sostegno degli attori coinvolti durante il trattamento.

L’intervento della dietista è volto a inquadrare i fabbisogni nutrizionali del bambino/ragazzo e a indirizzarlo verso un graduale cambiamento delle abitudini scorrette, al fine di adottare un regime alimentare equilibrato e sano. Con una cadenza mensile la dietista monitorerà l’andamento ponderale e nutrizionale, adattando lo schema alimentare iniziale alle modifiche dello stile di vita del bambino in modo da contribuire al suo adeguato sviluppo fisico e psichico.

L’intervento educativo viene proposto come percorso per indurre modificazioni graduali delle abitudini alimentari scorrette e dello stile di vita sedentario di tutto il nucleo familiare. Un trattamento che pone l’attenzione sulla riduzione della sedentarietà, la promozione al movimento e l’alimentazione equilibrata, motivando i genitori ed i ragazzi a ridurre i tempi trascorsi di fronte alla televisione ed al computer e aiutando il bambino/ragazzo ad individuare le attività che meglio possano adattarsi ai propri gusti e rispondere alle necessità individuali.

Lo psicologo valuterà, attraverso la somministrazione di test e il colloquio, gli aspetti emotivi legati al cibo, lo stile di gestione dello stress e dell’ansia, la motivazione e le aspettative delle famiglia rispetto al percorso e li supporterà nella messa in atto dei cambiamenti necessari durante il periodo della dieta, con incontri mensili o quindicinali. Verrà anche offerta l’opportunità di partecipare a gruppi di confronto con altri genitori.

Rispetto al bambino/ragazzo verranno anche valutati il livello di autostima, l’immagine corporea, la valutazione di sé e dei propri stati emotivi e verrà proposto un ciclo di psicoterapia breve focalizzata sui temi riguardanti la percezione del Sé corporeo, l’autostima, la relazione coi pari e coi familiari, rispetto alla condizione di sovrappeso/obesità (ma non solo), il riconoscimento e la gestione degli stati d’ansia e di stress.